Anche Torpè con il suo ricco patrimonio di murales, attraverso la catalogazione avviata dalla Regione Sardegna sulla base dell'art. 17 del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio (D.Lgs. 42/2004), si dota di una base conoscitiva sicura e scientificamente corretta; infatti ogni intervento di gestione, tutela e valorizzazione del patrimonio storico-culturale deve necessariamente e preliminarmente essere preceduto da un intervento di identificazione reso possibile dalla catalogazione. Il Bene che assume una certa rilevanza dal punto di vista artistico, storico e culturale, nel nostro caso i murales, deve essere individuato, conservato e tutelato. Proprio per questo, ai fini della catalogazione, viene compilata una scheda che ne descrive i dati principali rendendo il bene facilmente individuabile e definendone l’identità.

Ogni scheda di catalogo è inserita all’interno del Catalogo dei beni culturali della Regione Sardegna, gestito dal Servizio Beni Culturali dell’Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Spettacolo e Sport, attraverso il Settore Sistema Informativo dei Beni Culturali che raccoglie in una banca dati cartacea ed elettronica l’esito dell’attività di catalogazione del patrimonio culturale sardo condotta dalla stessa Regione Sarda che, nel rispetto delle esigenze di tutela e privacy lo rende disponibile a quanti, a diverso titolo, si occupano di salvaguardarlo e valorizzarlo.

I murales di Torpè, quindi, sono entrati a pieno titolo nel patrimonio culturale della Sardegna. La catalogazione ha riguardato le seguenti opere:

 

  Donna al Balcone

  Su Fraili

  Giuanne Soro Carai

  Su Dinari de una vida

  Minatori

  Autoritratto di Spalle con Vista

  Generazioni a Confronto

Si ringrazia Ines Caria per la gradita e proficua collaborazione.

A Torpè sono presenti tanti altri bellissimi Murales : vedi la Gallery fotografica 

JSN Solid template by PUNTO COM